Finzi
Sicut Virga Ferrea

di Ermanno Finzi

Nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia l’autore ha ritenuto che fosse finalmente giunto il momento di dedicare qualche sforzo a raccogliere notizie precise sull’avo Giuseppe Finzi.
Dopo aver ricercato per oltre 10 anni materiali utili a ricostruire le vicende della famiglia Finzi nei secoli dal tardo Medioevo all’Ottocento, questa si è rivelata l’occasione migliore per trovare un fil rouge che gli svelasse il senso di molti documenti sull’uomo giuntigli per eredità dai suoi antenati.
Brandelli di vita ed oggetti che acquistano concretezza e consentono d’intravvedere, al di là delle pur significative immagini oleografiche, la complessa vicenda umana di un protagonista del Risorgimento nazionale che antepose alle ragioni personali un insopprimibile amore per l’Italia.
Un sentimento che, se oggi ci appare eccessivo o addirittura incomprensibile, ben s’inquadra in un’epopea che diede un’anima ad un Paese frammentato, ma unico al mondo per l’indole dei suoi figli.
Ci auguriamo che questo, come molti altri validi ritratti che hanno visto la luce per questa ricorrenza, induca a recuperare quella spinta a conoscere le vicende storiche ispirate dal sentimento di unità, oggi così in declino.

La pubblicazione è stata realizzata grazie al contributo di:
Cassa Rurale e Artigiana di Rivarolo Mantovano
Ballarini Paolo & Figli
Riga Paolo - Stampaggio materie plastiche
MW Gestion
Zurich

Prezzo di copertina € 25,00


L’autore
 
Ermanno Finzi è un ingegnere elettronico che non si è mai rassegnato a fare il proprio mestiere. Appassionato cultore di storia, ha dedicato trentaquattro anni della sua vita universitaria da ricercatore all’applicazione di tecnologie geofisiche alla diagnostica per l’archeologia, alimento essenziale per ogni operazione di ricostruzione storica. Insegna infatti Geofisica per i Beni Culturali all’Università di Padova.
Da circa un decennio si occupa, prima saltuariamente ed ora pienamente, della storia delle comunità ebraiche in ambito padano, ed in particolare nel territorio mantovano.
Oltre a numerosi articoli relativi alla sua “vita precedente”, negli ultimi anni ha pubblicato studi di storia ebraica in varie riviste, oltre ad alcuni contributi nel testo a cura di A. Mortari e C. Bonora Il “giardino degli ebrei”. Cimiteri ebraici del Mantovano (Giuntina, 2008).

Leggi le recensioni